Bocciatura! Cosa fare?

NonBOCCIATURA!ostante in alcuni casi sia abbastanza prevedibile, non si può dire di essere pronti ad affrontare una situazione tanto complessa. La sofferenza, la frustrazione e il senso di fallimento accomunano genitori e ragazzi. In che modo è meglio gestire tale circostanza?

È fondamentale che i genitori mantengano un atteggiamento empatico e di apertura nei confronti del figlio. È inutile scaricare la rabbia e i propri sentimenti negativi sul ragazzo, le critiche devono essere poste sul suo comportamento (su ciò che fa) non sulla persona (su ciò che è), questo perché i ragazzi avvertono molto forte il senso di delusione dei genitori ed è bene manifestare la propria emotività senza intaccare ulteriormente l’autostima già compromessa dei figli.

Non sempre è utile imporre una punizione, anche perché in genere funziona meglio il rinforzo positivo (cioè il premio per un comportamento corretto). Si consiglia, comunque, di prediligere castighi brevi, ponderati e non dettati dall’emotività. Ciò che conta, in ogni caso, è mantenere la parola, le regole devono essere sempre chiare e rispettate da tutti. D’altro canto, essere iperprotettivi nei confronti dei figli e attribuire ogni colpa alla scuola, non lo aiuterà a crescere. È giusto, invece, aiutarlo ad assumersi le sue responsabilità. Infine, è bene riflettere con calma su cosa fare in seguito. Mai prendere decisioni a caldo. È necessario metabolizzare l’accaduto con i propri tempi e poi decidere insieme il da farsi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...